Dichiarazione di Successione - Studio notarile - Notaio Dott. Domenico Pulejo

Notaio

Domenico Pulejo





NOTAIO DR. DOMENICO PULEJO
NOTAIO DR. DOMENICO PULEJO
Vai ai contenuti
Dichiarazione di Successione
La dichiarazione di successione è un adempimento obbligatorio, di natura prevalentemente fiscale, attraverso il quale viene comunicato all’Agenzia delle Entrate il subentro degli eredi nel patrimonio del defunto, e vengono così determinate le imposte dovute, sulla base del quadro normativo in vigore.

Chi deve presentare la Dichiarazione di Successione?
Sono tenuti a presentare la dichiarazione di successione:
  • gli eredi, i chiamati all'eredità e i legatari (purché non vi abbiano espressamente rinunciato o - non essendo nel possesso dei beni ereditari - chiedono la nomina di un curatore dell’eredità, prima del termine previsto per la presentazione della Dichiarazione di Successione) o i loro rappresentanti legali;
  • gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta;
  • gli amministratori dell’eredità;
  • i curatori delle eredità giacenti;
  • gli esecutori testamentari;
  • i trustee.

Attenzione: anche se più persone sono obbligate alla presentazione della dichiarazione, è sufficiente presentarne una sola, quindi un solo modello valido per tutti.

Entro quanto presentare la dichiarazione di successione?
La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione che, di norma, coincide con il momento del decesso del de cuius. Se presentata successivamente, espone chi è tenuto a sanzioni di carattere amministrativo che aumentano all’aumentare del ritardo. In ogni caso deve essere presentata prima che si compia qualsiasi atto che possa modificare il patrimonio ereditario.

Le attività e le passività del patrimonio ereditario
L’attivo ereditario è composto da:
  • beni mobili, denaro e gioielli che sono computabili nella percentuale del 10% del valore complessivo netto dell’asse ereditario a meno che l’inventario non riporti beni in misura diversa;
  • i titoli di qualunque natura risultanti dall’ultima dichiarazione dei redditi del de cuius;
  • i beni immobili e i titoli al portatore di proprietà del defunto o registrati a suo nome sebbene conservati da altri;
  • le quote o le azioni possedute dal de cuius partecipante ad una società di capitali.

Le passività invece sono:
  • i debiti ereditari già esistenti al momento della morte del defunto e risultanti da un atto in forma scritta con data certa anteriore alla morte;
  • le spese mediche e chirurgiche che gli eredi hanno sostenuto per il de cuius nell’ultimo semestre di vita dello stesso. Queste comprendono i costi per i ricoveri, le medicine e le protesi se ne risulta il pagamento dalla quietanza;
  • le spese funebri per un importo massimo di 1.550 euro.

Modificare la dichiarazione di successione
La dichiarazione di successione si può modificare se, dopo la presentazione, sopraggiungono eventi che comportano delle modifiche nella devoluzione dell’attivo ereditario. Il sesto comma dell’articolo 28 del Testo Unico suddetto afferma infatti che “Se dopo la presentazione della dichiarazione della successione sopravviene un evento, diverso da quelli indicati all’art. 13, comma 4, e dall’erogazione di rimborsi fiscali che da’ luogo a mutamento della devoluzione dell’eredita’ o del legato ovvero ad applicazione dell’imposta in misura superiore, i soggetti obbligati, anche se per effetto di tale evento, devono presentare dichiarazione sostitutiva o integrativa. Si applicano le disposizioni dei commi 1, 3 e 8″.

La modifica della dichiarazione può essere fatta con la compilazione di una dichiarazione integrativa che consente di modificare integrare o correggere la dichiarazione già presentata. I casi in cui è necessaria la modifica possono essere ad esempio:
  • quando l’evento sopraggiunto dà luogo ad una modifica della devoluzione dell’eredità o del legato;
  • se risulta un’imposta superiore da pagare per qualsiasi motivo;
  • in caso di mancato inserimento nell’asse ereditario dichiarato di alcuni beni;
  • per la necessità di modificare dati catastali, quote o eredi senza incrementare il valore dell’asse ereditario.

Come si presenta la Dichiarazione di Successione?
Da predisporre su apposito modello a disposizione presso l’Agenzia delle entrate a pena di nullità della dichiarazione stessa, la dichiarazione deve essere presentata presso l’Ufficio delle Entrate nella cui circoscrizione era fissata l’ultima residenza (domicilio fiscale) nel caso in cui il de cuius fosse residente in Italia. A partire dal 2014 per le successioni aperte al 3 ottobre 2006 la dichiarazione deve essere spedita telematicamente mediante il software messo a disposizione dal sito dell’Agenzia delle Entrate o recandosi ad un Centro di Assistenza Fiscale.

Nel caso invece in cui il defunto fosse residente all’estero, la dichiarazione di successione andrà presentata presso l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate nella cui circoscrizione era stata fissata l’ultima residenza italiana. Se però non è nota l’ultima residenza italiana, la dichiarazione è da inoltrarsi presso l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate di Roma 6.

Quindi, la Dichiarazione di Successione può essere presentata esclusivamente in via telematica con una delle seguenti modalità:
  • con intermediario fiscale abilitato;
  • direttamente dal contribuente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Lo studio del notaio Domenico Pulejo, grazie all’esperienza e alla professionalità, assiste gli eredi nella preparazione della documentazione necessaria, nella compilazione della dichiarazione di successione, nella predisposizione delle volture catastali e nel calcolo delle imposte dovute.

Documenti occorrenti per la pratica Dichiarazione di Successione: clicca qui per consultare l'elenco dei documenti richiesti

Contattaci per un preventivo o per maggiori informazioni.
​Copyright © Tutti i diritti riservati Studio Notarile Dott. Domenico Pulejo
Sede di Vicenza: Contra' Pasini, 15 - Tel: 0444321350 | Sede di Creazzo: Via Piazzon, 82 - Tel: 0444235066
E-mail: dpulejo@notariato.it | P.IVA 02074150240 | Informativa Privacy
Torna ai contenuti